Banner

Capua. Il Falco dialoga con il Territorio in modalità "Visual"

 

itis conf1             Se in altri istituti scolastici la didattica a distanza, oggi didattica integrata, ha costituito un gap , per l’Istituto Tecnico “G. C. Falco” è stata l’occasione per porre in essere risorse materiali e professionali.
”Infatti, in una situazione di normalità, non di emergenza sanitaria, LA DAD può essere assunta come progetto strutturale da utilizzare per quegli studenti che, per motivazioni varie, non riescono a partecipare alla didattica in presenza. Gli strumenti utilizzati nella DAD sono utilissimi per completare ed integrare la didattica in presenza,grazie all’abbattimento delle Barriere spazio-temporali che consentono una corretta personalizzazione dei percorsi formativi.
…ad oggi si può mettere in risalto che nell’ Istituto Tecnico “G. C. Falco” è in corso un passaggio: da una strategia di tipo permeabile al contesto esterno,alla creazione di contatti e relazioni con il territorio, per cui essa è passata da un rapporto asettico e poco visibile ad una presenza costante nell’ ambiente socio-culturale circostante. A testimonianza di ciò le tantissime presenze in ambito dei media, i protocolli d’intesa stilati, l’inserimento come capofila o partner in numerose reti nazionali, come pure il superamento della scuola intesa come collettività fatta dalla somma di singole parti ed autonome monadi, rispetto ad un sistema socio-organizzativo configurato secondo il modello della rete… infine, la trasformazione della scuola intesa come luogo dove si realizza la trasmissione della conoscenza ad una comunità intesa come topos di creazione sinergica della conoscenza tra le forze operanti in senso matetico, in cui si apprende la gestione del patrimonio delle competenze utili alla implementazione delle variegate parti della personalità vista e vissuta in senso olistico.
Dunque, la comunicazione interna ed esterna, gli eventi, la formazione dei docenti,con particolare riguardo all’ implementazione delle competenze informatiche e a tutte le conseguenze circa il cyberbullismo, l’attenzione allo studio della lingua straniera,oltre allo studio delle discipline strettamente tecniche e tecnologiche, l’apertura all’Europa, la partecipazione a gare e concorsi, l’attenzione ai BES, all’orientamento in entrata ed in uscita, ai regolamenti integrati neointrodotti, alla riorganizzazione dei Dipartimenti e della modulistica, parte da un impegno che necessariamente deve condurre ad una visione e ad una operatività sistemica ed unitaria della scuola” (Dirigente Scolastica Dott.ssa Angelina Lanna).
L’anno scolastico 2020/21 si è aperto all’insegna di una progettualità digitale ben organizzata e strutturata: sono stati programmati una serie di webinar in modalità sincrona sull’uso consapevole del web e sulla prevenzione del cyberbullismo, tenuti dal Dott. Gino Aldi, medico e psicoterapeuta, rivolti tanto ai discenti che ai docenti e alle famiglie; di grande successo anche l’incontro online di continuità verticale, coordinato dalla Prof.ssa Paola Tomass, che ha visto connesse 24 scuole secondarie di 1° grado rappresentate dai DS e/o dai docenti dello staff, che hanno interagito per programmare attività laboratoriali in modalità digitale e per confrontarsi su eventuali difficoltà riscontrate dagli studenti in entrata nell’Istituto.
C’è stata, poi, la manifestazione di inaugurazione dell’ anno scolastico con la premiazione degli studenti meritevoli giunta, alla 3^ edizione, anch’essa, per la prima volta, rigorosamente visual. Relatori di pregio, Autorità civili, militari e religiose, tutti online, su piattaforma google meet, per parlare dell’esperienza della DAD e dell’impatto sui giovani. Dopo i saluti della DS, la parola al Prof. Dario Bacchini, Ordinario di psicologia dello sviluppo e dell’ educazione presso l’Università degli Studi “Federico II” di Napoli, coordinatore del dottorato di ricerca “Mind, Gender and Language”. Il Professore conduce da anni ricerche sul bullismo in ambito scolastico e sulla devianza giovanile. Durante il lockdown ha condotto un’indagine sull’impatto della pandemia sui processi di apprendimento e sullo stato emotivo degli adolescenti alla quale ha partecipato anche l’Istituto Tecnico “G. C. Falco”.
Subito dopo, la parola al Prof. Francesco Alario, educatore ,coautore del progetto del liceo scientifico internazionale con opzione lingua cinese, responsabile dei rapporti istituzionali con le autorità cinesi in Italia e in Cina, coordinatore dell’internazionalizzazione dei percorsi didattici del convitto nazionale di Roma e della mobilità degli studenti all’estero, membro di commissioni ministeriali compresa quella per la riforma dei licei europei e internazionali. Di seguito è intervenuto il Prof. Emanuele Caroppo, psichiatra e psicoanalista della Società Italiana di Psicoanalisi. Docente di psicologia sociale e psichiatria di comunità presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.
Tanta emozione evidente negli sguardi dei presenti ed, in particolare, della Dirigente Scolastica Lanna, che, anche in questa occasione, ha ribadito che la sua più grande preoccupazione è sempre quella di mantenere, soprattutto in un momento complesso come l’attuale, il contatto con gli studenti e con le loro famiglie utilizzando i canali digitali più opportuni per potersi relazionare costantemente con loro ed evitare che possano percepire abbandono o isolamento.
Ulteriore motivo di orgoglio per la DS Lanna è, inoltre, la partecipazione, degli studenti dell’indirizzo moda, alla Mostra Convegno Nazionale scuola- formazione- lavoro in modalità digitale con attività in diretta streaming dal 25 al 27 novembre prossimo. Il panorama dei saloni dedicati al mondo della scuola e del lavoro, Job and Orienta, si caratterizza da sempre per la ricca proposta di appuntamenti che questa digital edition ha trasformato in un programma ancor più vario ed articolato: dai grandi eventi in streaming ai seminari tematici, dai webinar formativi online per i docenti agli eventi promossi dalle reti delle scuole; e ancora incontri con esperti e imprenditori ed eventi dai format innovativi, tra cui hackathon, simulazioni, momenti di teatro educativo. Un’occasione di confronto ed aggiornamento per gli addetti ai lavori, ma anche un’imperdibile opportunità di orientamento per i ragazzi e le loro famiglie.
Le iniziative messe in campo dall’Istituto Tecnico “G. C. Falco” sono davvero numerose e tutte di pregio, rigorosamente in modalità visual : la DS Lanna sta puntando alla qualità dell’ offerta formativa con obiettivi sempre più ambiziosi, rivolti ad un’utenza esigente di una scuola che offre concretamente ai propri studenti opportunità educative, prospettive occupazionali in ambito aziendale e preparazione per affrontare con successo il mondo universitario.

 

Prof.ssa Angela Nespoli

 

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.