OMA SUD - Sfiorata la rissa davanti ai cancelli - La protesta continua

Piazza dei Giudici - Cronaca

Sfiorata la rissa davanti ai cancelli dell'Oma Sud. Due dipendenti, considerati dai manifestanti "filo aziendali", avrebbero tentato di forzare il blocco del presidio permanente attuato dai lavoratori dell'azienda aerospaziale. L'episodio è stato denunciato presso la caserma dei Carabinieri di Capua. "C'è stato – afferma un portavoce dei manifestanti – un tentativo di forzare il nostro blocco da parte di un paio di dipendenti vicino all'azienda che volevano accedere in fabbrica. Ci sono stati attimi di grande tensione dopodiché queste persone che, probabilmente, volevano mettere in atto un gesto di provocazione, sono andate via. Il tutto è stato denunciato alle forze dell'ordine". Davanti ai cancelli, dopo un vertice in Confindustria durante il quale è stato chiesto urgentemente al Prefetto convocare le parti, è giunto il presidente dell'azienda Valter Proietti. "Le sue proposte – afferma il portavoce dei lavoratori – non ci hanno convinto pertanto la protesta andrà avanti". L'azienda ha chiesto la ripresa delle attività e ha annunciato il pagamento di circa mille e cinquecento euro per ciascun dipendente come anticipo sulle spettanze pregresse. Si tratta di soldi che Finmeccanica sarebbe disposta ad anticipare sulle prossime commesse "Una proposta – proseguono i lavoratori che non possiamo accettare. Chiediamo che ci vengano pagate tutte le spettanze arretrate dopodiché siamo disponibili a sederci intorno ad un tavolo ed aprire una discussione per tutto il resto. Ance perché la situazione non è chiara in quanto, pochi giorni fa, c'era stato detto che Finmeccanica avrebbe anticipato 1 milione di euro soldi che, oggi, si sono ridotti a 200 mila euro". Confindustria è intervenuta nella vicenda rimarcando che "è assolutamente necessario che le maestranze consentano l'immediata ripresa dell'attività lavorativa, dal momento che da oltre una settimana l'agitazione dei dipendenti impedisce l'accesso ai locali dell'azienda, essendo stato apposto ai cancelli addirittura un catenaccio non autorizzato". Per Confindustria il protrarsi della situazione comprometterà definitivamente le attività programmate per le prossime settimane, nonché i futuri rapporti e contratti con i clienti. I lavoratori, però, sembrano decidere a proseguire la protesta ad oltranza.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.