Banner

Capua. Barresi: chi tace non acconsente la "riapertura del Palasciano"

 

palasciano3Giunge nota dell'Avv. Barresi che pubblichiamo integralmente e dice:

 

"Quindici giorni fa, inviai una PEC, contenente un atto motivato di significazione ed invito, al Presidente della Regione Campania, al Sindaco di Capua, al Ministro della Salute, al Presidente del Consiglio, al neo Commissario per l'emergenza Coronavirus, al Direttore del Dipartimento di Protezione Civile ed al Direttore Generale dell"ASL Caserta.
Tale atto, conteneva la mia proposta di riaprire l'Ospedale Palasciano di Capua, al fine di ospitarvi normodegenti di altri ospedali, in modo da ricavare negli stessi circa 100 posti letto da utilizzare per l'assistenza degli ammalati di Coronavirus. Ebbi anche un riscontro di avvio dell'iter procedimentale, da parte della Regione Campania.
Da allora non vi sono state altre notizie.
Ho letto in questi giorni, però, che in diversi comuni della Campania, come ad esempio Agropoli (SA), i rappresentanti politici locali si sono attivati, ottenendo la riapertura dell'ospedale cittadino, proprio per gli stessi motivi da me proposti per Capua.
A Maddaloni, addirittura, l'intera amministrazione comunale (maggioranza ed opposizione), si è attivata ottenendo, grazie all'interessamento del Consigliere regionale Stefano Graziano (amico anche dell"amministrazione Capuana), la riapertura dello stesso, anche qui per gli stessi motivi da me proposti per Capua.
In ultimo, mi giungono da diversi ambienti, voci secondo le quali, nell'area "Capua e dintorni", si starebbe per affidare alle Cliniche private "Villa Fiorita", "Pineta Grande" e "Padre Pio", l'attività di ricovero dei normodegenti di altri ospedali, al fine di reperire in questi ultimi una cinquantina di posti letto da utilizzare per l'assistenza agli ammalati di Coronavirus!!!
E, tutto ciò, nel silenzio totale, complice e colpevole del Sindaco di Capua e di chi lo sostiene, dell'amministrazione comunale tutta (compresa la minoranza di centrodestra ed i consiglieri del Movimento 5 stelle), nonché dei Consiglieri regionali e dei Parlamentari di loro riferimento.
Perché questo silenzio?
Forse alcuni di loro, dopo non aver mosso un dito per non far chiudere l'ospedale Palasciano, non intendono adesso farlo riaprire???
Oppure preferiscono far guadagnare soldi alle strutture private gestite dai loro amici???
Oppure perché sono semplicemente degli incapaci???
Se dovesse succedere che le attività sanitarie pubbliche venissero affidate a pagamento alle precisate strutture private, avremo la risposta che girerò a chi di dovere!!!
Un'ultima sfida: io dico che il sindaco e nessun politico, locale, regionale o nazionale, muoverà un dito per il Palasciano.
Dimostrassero con i fatti che mi sbaglio e che davvero hanno a cuore le sorti del nostro Ospedale e la nostra Salute!!!"

 

 

Banner
 
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.