Pignataro. Criminalità organizzata, condannato Luigi Messuri

Cronaca

tribunale-santa-maria-capua-vetere1Il 7 agosto del 2014 i Carabinieri della Compagnia di Capua eseguivano un decreto di fermo emesso dalla D.D.A. - c/o la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, a firma del Dott. Antonio D'Amato, per i reati di tentata estorsione in concorso. Il provvedimento in questione venne emesso nei confronti di SELLITTO Vincenzo, classe '88, CUCCARI Antonio, classe '68 e MESSURI Luigi cl. 71, quest'ultimo, inizialmente sfuggito alla cattura ed arrestato successivamente dai carabinieri in Napoli Bagnoli.

Bene, premesso che solo un mese fa, il 27 febbraio, SELLITTO Vincenzo ed il CUCCARI Antonio sono stati condannati, rispettivamente, alla pena di anni 6 di reclusione ed alla multa di euro seimila ed alla pena di anni 5 e mesi 6 di reclusione ed alla multa di euro seimila, questa mattina, è stata la volta del MESSURI Luigi, il quale è stato condannato alla pena di anni 7 e mesi 6 di reclusione, nonché alla multa di euro 7000.

I tre, come noto, sono riconducibili alla criminalità organizzata locale di tipo camorristico, con riferimento specifico alla famiglia "LIGATO- LUBRANO" ed al clan "dei Casalesi". L'attività investigativa che ha permesso di raccogliere elementi di colpevolezza nei loro confronti, è stata condotta dai Carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile del citato Comando Compagnia e da quelli delle Stazioni di Pignataro Maggiore e Vitulazio, emersi a seguito delle denunce presentate da tre distinti imprenditori, animati dalla voglia di non sottostare alle leggi "camorristiche" e fiduciosi dell'operato delle istituzioni.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.