Precipita in un burrone, tratto in salvo da elicottero del 9 Stormo

Cronaca

soccorsoconelicottero.jpgLunedì 17 Marzo, alle ore 20.30 circa, l'equipaggio d'allarme S.A.R. (Search And Rescue – Ricerca e Soccorso) del 21° Gruppo Volo "Tiger", in servizio presso l'Aeroporto Militare di Grazzanise (CE), ha ricevuto l'ordine dal Comando Operazioni Aeree (C.O.A.) di Poggio Renatico (FE) di decollare alla volta dei Monti Lattari (SA) per il recupero di una persona avventuratasi alla ricerca del proprio figlio, persosi nel pomeriggio insieme ad un amico tra i tortuosi sentieri montani, e precipitata in un burrone.

La Sala Operativa del 21° Gruppo Volo del 9° Stormo, ricevuto l'ordine dal C.O.A., allertava immediatamente un proprio elicottero già impegnato in attività di volo notturna. L'equipaggio di volo, due ufficiali e due sottufficiali, tempestivamente rientrato ed equipaggiatosi per lo specifico intervento, decollava dalla base aerea di Grazzanise verso il Monte Finestra, in località Cava dei Tirreni, ad un'altezza di circa 3000 piedi (1000 metri sul livello del mare) per effettuare l'attività di recupero e soccorso.

Sul posto, a coordinare i soccorsi, vi era il personale del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.), in attesa del velivolo dell'Aeronautica Militare dotato di capacità Night Vision Goggles (N.V.G.) e quindi in grado di assicurare interventi anche durante le ore notturne e con condizioni meteorologiche avverse.

Raggiunto il luogo dell'incidente, venivano immediatamente calati dall'elicottero due aerosoccorritori e la barella verricellabile per il recupero del ferito, mentre il velivolo si rischierava sul campo sportivo di Cava dei Tirreni, in attesa di essere richiamato per il successivo trasporto sanitario.

Gli aerosoccorritori e il personale del C.N.S.A.S., scesi nel dirupo e valutata l'idoneità della zona ai fini di un intervento di elisoccorso con verricello, posizionavano il ferito sulla barella, per poi avviare l'azione di recupero, la quale è stata particolarmente complessa e difficoltosa a causa sia dell'impervia orografia del suolo sia delle scarse condizioni di visibilità dovute alla presenza di intensi banchi di nebbia. Ciò nonostante, l'elicottero è riuscito a calarsi nella gola della scarpata e a recuperare il ferito.

Alle ore 22:55 locali l'elicottero terminava con successo la procedura di recupero con l'atterraggio presso il campo sportivo di Cava dei Tirreni, dove c'era ad attenderlo un'autoambulanza per il trasferimento del ferito presso l'ospedale di Nocera Inferiore.

Il 9° Stormo, con gli elicotteri HH-212 e con i Fucilieri dell'Aria, svolge operazioni di Ricerca e Soccorso (S.A.R.) di personale, sia in Italia che nell'ambito delle missioni internazionali, fornendo il supporto aereo alle forze di superficie ed intervenendo, in presenza di feriti, con l'attività di evacuazione sanitaria d'emergenza.

Gli interventi S.A.R. nazionali sono eseguiti sotto il comando del C.O.A. che coordina ed impiega gli assetti aerei dell'Aeronautica Militare in forza al 15° Stormo di Cervia, ai Centri S.A.R. dipendenti e alle Squadriglie S.A.R. dislocate sul territorio nazionale. Il continuo addestramento e le capacità dei velivoli in dotazione, nonché gli ausili alla visione notturna impiegati (N.V.G. - Night Vision Google), consentono agli equipaggi di operare e prestare soccorso sia di giorno che di notte, anche con condizioni meteo avverse.

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.