CASERTA - Case di appuntamento, blitz dei carabinieri: 3 arresti

Cronaca

TAGLIALATELA, PECCHIA E MARTINELLIGestivano case di appuntamento tra Caserta, Santa Maria Capua Vetere e San Nicola La Strada. A mettere fine a quest'organizzazione dedita allo sfruttamento della prostituzione sono stati i carabinieri di Santa Maria Capua Vetere che, stamente, hanno arrestato su ordine del gip del Tribunale tre persone tutte poste ai domiciliari. L'indagine ha coinvolto altre cinque persone, denunciate per reati di furto e favoreggiamento personale. Sedici le persone straniere vittime dello sfruttamento, identificate nel corso dell'inchiesta . A capo dell'associazione - secondo la Procura - c'era Nicola Pecchia, 34 anni di Villa Literno, che tramite agenzie immobiliari affittava gli appartamenti dove donne e trans, provenienti dal Sudamerica, si prostituivano. Gli appartamentil venivano intestati ad altri complici. Dall'indagine è emerso che Pecchia pagava un canone tra i 300 e i 350 euro mensili e pretendeva dai suoi "ospiti" tra i 700 e gli 800 euro a settimana. Nel corso dell'operazione sono state poste sotto sequestro otto abitazioni tra Caserta, San Nicola La Strada e Santa Maria Capua Vetere. Oltre a Percchia sono stati arrestati Caterina Tagliatatela, 27 anni di Villaricca, che asi occupava delle necessità giornaliere delle sudamericane e Emanuele Martinelli, 22 anni, che si occupava di ella manutenzione degli appartamenti

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.