Banner

Capua. FLAICA CUB e gestione rifiuti: ripercussioni e scioperi per rivendicare i proprio diritti

FLAICACUBRiceviamo comunicato stampa della Flaica Cub, sindacato dei lavoratori del cantiere di Capua.

 

"Prosegue la pessima gestione della celebre ditta Falzarano, entrata di diritto nell’élite delle peggiori aziende del casertano.

Ancora una volta siamo costretti a raccontare l’ennesimo gesto ripugnante, subito dai lavoratori del cantiere di igiene ambientale di Capua, eseguito con la ormai consueta arroganza che contraddistingue il regime, sul quale si fondano da oltre due anni, le disposizioni della quasi uscente ditta Falzarano.
La bizzarra, quanto indecorosa, decisione della Falzarano di predisporre il versamento di un misero acconto di 500 euro dello stipendio di febbraio, giunge con 20 giorni di ritardo rispetto alla scadenza del termine ultimo per pagare lo stipendio e rappresenta senz’altro un atto di elemosina verso quei lavoratori che hanno trascorso la Santa Pasqua senza stipendio, nonostante il Comune di Capua, nei gironi scorsi, abbia pubblicato le determine
per il pagamento delle fatture all’azienda.
Auspichiamo che l’accaduto solleciti dure reazioni da parte del Comune, e ponga in essere tutte le più opportune azioni, per risolvere definitivamente questo annoso problema, liberandosi finalmente della Falzarano. Un’azienda che non perde occasione per dimostrare l’incapacità a gestire l’appalto ed osservare il puntuale e regolare pagamento degli stipendi, risultando, nostro malgrado, affidabile solo a pochi intimi operai, che rappresentano
oltretutto altre sigle sindacali.
Nei giorni scorsi abbiamo chiesto al Comune di Capua di valutare l’applicazione di quanto previsto dall’art. 20 del C.S.A., il quale stabilisce una trattenuta del 20% dall’intero importo della fattura, nel caso in cui l’azienda aggiudicatrice dell’appalto sia irrispettosa dei contratti di lavoro.
Tuttavia, malgrado la comunicazione dell’azienda sia piombata improvvisa ai lavoratori, la nostra risposta non si è fatta attendere, per cui, immediatamente è stata indetta un’assemblea sindacale per sabato 7 aprile prossimo, che si terrà presso il cantiere sito in via Boscariello.
La vertenza ha avuto luogo lo scorso 26 febbraio, per questo lo stato di agitazione proclamato in pari data risulta ancora vigente, ma l’episodio di oggi contribuisce a rafforzare le motivazioni che ci hanno indotto a programmare altre due giornate di sciopero che si terranno nei giorni 10 e 11 aprile prossimo.
Purtroppo non possiamo escludere che l’episodio abbia ripercussioni negative sul servizio di raccolta per un significativo rallentamento delle attività di raccolta, per questo chiediamo ai Capuani di comprendere le ragioni dell’ennesima protesta."

 

Comunicato Flaica CUB

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Reportage

Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.