Capua. Il centrodestra: il Sindaco Centore e il centrosinistra difesi da Paolo Romano, i miracoli della politica,

comunedicapuaAltro che palazzo di vetro. Rata da 304 mila euro

La spesa pubblica annuale del comune di Capua ammonta a circa 14 mln di euro;

Il debito accertato dopo la nostra denuncia del dissesto è di 24 mln di euro( mai nessuno prima di noi era riuscito a quantificarlo); con il dissesto,il debito da 24 mln scende a 7 mln di euro con l'applicazione così come previsto per legge del pagamento  del 40% del debito;

la rata per pagare il dissesto  e azzerare i debiti di oltre 40 anni di Amministrazioni è di 304 mila euro per 7 mln che lo Stato ancora non ha versato, il tutto  a fronte di una spesa  annuale di 14 milioni di euro;

se sì alienano le proprietà comunali per un ricavo di 7 mln di euro la rata di 304 mila euro si estingue, ecco perché ci vuole PROGRAMMAZIONE e CAPACITA’ AMMINISTRATIVA, un anno è già perso.

Quindi riassumendo  l’effetto del dissesto è di  304 mila euro all' anno  su una spesa di 14 mln di euro all'anno, da precisare che la somma di 7 mln di euro ancora non  è stata erogata dallo Stato.

Esempio di programmazione: noi abbiamo alienato strutture come l'ex macello e il carcere mandamentale per circa 2 mln di euro, ecco un esempio  pratico di come si puo’ ridurre  ed estinguere completamente il mutuo di 7 mln di euro e azzerare il Dissesto e la rata di 304 mila euro.

Rata da 235 mila euro

a gennaio del 2015 cambia la contabilità della finanza degli enti locali, questa nuova normativa crea un disavanzo a tutte le amministrazioni Comunali, al punto che lo stesso Stato che ha emanato la legge offre a tutti i comuni un paracadute per ammortizzare tale disavanzo prevedendo una rata trentennale, un tempo lungo  per una rata pagabile e che consente ai comuni di rientrare prima.  

Infatti il disavanzo del comune di Capua in seguito alla nuova contabilità degli enti locali è di circa 7 mln nel 2015, oggi ridotta già a 5 mln dopo appena 2 anni.
Per questo disavanzo non dovuto a spese pazze come qualche Pinocchio scrive, il comune deve pagare una rata di 235 mila euro per 30 anni come ha concesso direttamente lo Stato e non perché lo abbiamo voluto noi un tempo così lungo, ma ringraziando il buon Mattia Parente
(responsabile settore finanziario del comune) e noi che lo abbiamo seguito, in soli due anni da 7 mln il disavanzo è sceso a 5 mln come si evince dal Consuntivo approvato in giunta appena due giorni fa, quindi FALSE E MESCHINE le dichiarazioni della squadra del Sindaco Centore;

Con una buona politica di austerità contabile come da noi attuata, il disavanzo si abbatte notevolmente e quindi di conseguenza anche la rata dei 235 mila euro, che continuando su questa linea può essere  ridotta o addirittura estinta nei prossimi 3-4 anni se si lavora con capacità ed efficienza.               

Rata di 260 mila euro

I decreti 235/2013, il decreto 66/2014 e 78/2015, hanno consentito ai comuni di far fronte a un prestito per pagare tutti i fornitori e i professionisti che hanno lavorato per l'ente e che non sono stati pagati nei 30gg dalla presentazione della fattura a causa della forte evasione nel settore delle entrate dovuta alla storica crisi economica che ha colpito il nostro paese e quindi il nostro territorio, così lo  Stato per non far fallire l'intera economia locale e quindi nazionale, ha messo a disposizione dei comuni e di tutti gli enti locali un prestito con il quale è stato possibile pagare tutti e subito, e poi a sua volta i  comuni man mano che recuperano  le entrate possono  pagare annualmente la rata di 260 mila euro per un prestito di 7 mln di euro andati ai fornitori,

agli  imprenditori e ai professionisti.

Anche qui siamo di fronte a un atto di serietà e responsabilità amministrativa, altro che SPERPERI, abbiamo messo in condizioni le persone di non fallire.

Quindi punto per punto si comprende come questi Signori hanno tentato con un metodo subdolo e meschino di disinformare la cittadinanza, di buttare le mani avanti perché si sono  resi conto dopo un anno di Amministrazione di non essere lucidi  di non avere un programma e soprattutto di  aver raccontato ai Capuani tante menzogne in campagna elettorale, al punto che non le hanno neppure inserite negli  atti da loro stessi approvati in Consiglio Comunale, come il Piano Triennale delle Opere Pubbliche e il DUP, il primo copiato letteralmente dall’Amministrazione Antropoli e il secondo privo di ogni azione di PROGRAMMAZIONE CONCRETA che possa dare un minimo di fiducia per il futuro, tutto ciò unitamente a un'azione di DISINFORMAZIONE della cittadinanza costruita su bugie, falsità e cattiveria creando un clima di odio tipico della SINISTRA, il tutto per  mascherare solo la loro INCAPACITA’ POLITICA E AMMINISTRATIVA nota ormai a tutti.

Consentiteci questa precisazione

Il sig. Paolo Romano difensore politico  del Sindaco Centore, dall'alto della sua preparazione in materia contabile considerata la sua diretta esperienza con la Corte dei Conti,SMENTISCE  il suo stesso Assessore  al bilancio, il dott. Biondillo il quale in Consiglio Comunale ha  affermato:

“mai prima di oggi, in qualità di Revisore Contabile ho  visto un Bilancio Comunale equilibrato senza far ricorso  ad accertamenti straordinari,” questa dichiarazione è agli atti del Consiglio.

Quindi cosa dice il sig. Romano, che il bilancio ha avuto problemi per essere equilibrato.

“Un suggerimento al Sindaco e alla sua squadra, cercate cortesemente di prendere le dovute distanze.”

I NUMERI, GLI ATTI E LE DICHIARAZIONI DEL VOSTRO ASSESSORE  VI SMENTISCONO.

ABBIAMO ATTIVATO UN PIANO DI RISANAMENTO FINANZIARIO SOTTO LA REGIA DEL DOTT. PARENTE CHE REPUTIAMO PERSONA VALIDA E PROFESSIONALMENTE SERIA, E NON CONSENTIAMO A CONDANNATI DALLA CORTE DEI CONTI DI GIUDICARE PERSONE PERBENE E ADDIRITTURA DI CONTRADDIRE IL LORO STESSO ASSESSORE.

VERGOGNATEVI.


I Consiglieri del Centrodestra

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.