Tremila presenze a Capua decretano il successo della ventesima edizione della giornata FAI di Primavera

borbone_garibaldi.jpgUna festa di cultura e sport quella che ieri ha chiuso il weekend FAI dedicato all'apertura straordinaria di beni artistici solitamente non visitabili. Protagonisti indiscussi Capua ed i suoi tesori, che hanno catalizzato l'attenzione di oltre tremila visitatori in due giorni.

Famiglie, giovani e soci FAI hanno apprezzato l'iniziativa targata FAI delegazione Caserta che, con la delegata Donatella Cagnazzo, punta da anni alla valorizzazione dei tesori artistici di Terra di Lavoro. E, grazie alla sinergia con la Soprintendenza dei Beni Culturali di Caserta, il FAI di Caserta ha potuto restituire al pubblico la Sala d'Armi, una meraviglia d'arte chiusa da decenni per lavori di restauro. Una chicca che ha portato ieri a Capua visitatori giunti da tutta Italia. Tra gli ospiti d'eccezione anche la principessa Beatrice Di Borbone delle due Sicilie e Francesco Garibaldi che, proprio nella Sala d’Armi, si sono stretti la mano.

Ed a Capua ieri ha voluto esserci anche la presidentessa FAI regionale Maria Rosaria de Divitiis, da sempre attenta alle iniziative della delegazione casertana.

"La delegazione FAI di Caserta brilla per meriti in termini di attenzione al territorio e di attivismo affinché sui tesori di Terra di Lavoro si accendano i riflettori dell'interesse nazionale - ha commentato la presidentessa de Divitiis - un'agire che merita tutto l’appoggio da parte mia, che da sempre auspico che il FAI Nazionale prenda in gestione proprio qui in provincia di Caserta un bene da gestire, così come già avviene da Roma in su. Per questo io proporrò Carditello o il Real Sito di San Leucio".

Soddisfatta anche la delegata FAI di Caserta Donatella Cagnazzo che, tra i visitatori e gli ospiti, ha accolto ieri anche l’olimpionico di canottaggio Davide Tizzano e il campione mondiale di pallanuoto Paolo Trapanese, la cui gigantografia oggi campeggia nella nuova piscina olimpionica di Mosca.

"L'appoggio della soprintendente di Caserta Paola David  - ha commentato Donatella Cagnazzo - che ci ha concesso l’apertura della Sala d'Armi, e del presidente della Provincia Domenico Zinzi, che ci ha concesso l'apertura del Museo Campano prima dell'inaugurazione ufficiale che mercoledì porterà a Capua il presidente Napolitano, mi hanno resa orgogliosa del ruolo che ricopro sul territorio. Le oltre tremila presenze registrate insieme agli oltre mille visitatori che hanno navigato sul Volturno, grazie all’iniziativa del centro nautico Enel di Presenzano e del Coni Caserta, sono stati il migliore applauso che le giornate FAI di Primavera a Capua potessero ricevere. Da domani l’impegno sarà quello di stimolare l'interesse del FAI nazionale per il Real Sito di San Leucio e per Carditello, il meraviglioso bene oggi sotto gli occhi del grande pubblico per le note vicende di vendita all'asta, e che inaugurò nel 2007 le attività della delegazione FAI Caserta da me presieduta con un successo siglato da oltre 7mila presenza".

Le giornate del weekend capuano del FAI sono state animate dagli artisti del Museo d'Arte Contemporanea, con laboratori sensoriali e mostre in piazza dei Giudici, e dagli attori della compagnia teatrale "La Mansarda" che hanno recitato in costume, nel cortile di palazzo Fieramosca, “I percorsi della memoria” a cura dell’associazione “Architempo”. 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.