Gli attivisti del PSI trovano la sede "occupata"

partito_socialista_logo.jpg"La sede del PSI di Capua è stata occupata. Il congresso pertanto si terrà sabato alle 18 a palazzo Lanza" Questo l'annuncio alla stampa di Loredana Affinito esponente del Psi. Qualche giorno fa una persona - come spiega Affinito - ha forzato l'ingresso della sede e glii esponenti del Psi gli hanno concesso l'utilizzo di una stanza. Ieri però si sono resi conto che la persona aveva occupto anche altri locali e così sono stati chiamati i carabinieri pr effettuare i vari accertamenti. I locali in questione sono quelli ubicati al primo piano nell'ex palazzo delle Poste, di proprietà comunale, in piazza delle Medaglie d'Oro. E' qui che da qualche tempo "convivono" il Psi e un cittadino capuano. "Questa persona – ci spiega Loredana Affinito esponente del Psi – fino a qualche giorno fa occupava solo una parte dell'appartamentino mentre ieri, quando ci siamo recati in sede, abbiamo notato con grande sorpresa che stava utilizzando anche gli altri locali, quelli utilizzati dai militanti. Non abbiamo nulla contro di lui ma qualcuno ha generato questa situazione visto che abbiamo accertato che gli è stato rilasciato il certificato di residenza, questo presuppone che sono state effettuate le relative verifiche da parte della polizia locale". Il rischio per il Psi è quello di celebrare il congresso in una sede che, a quanto pare, ha assunto sempre di più le caratteristiche di una casa con cucina e camera da letto. Così, ieri sera, dopo le verifiche fatte dai carabinieri, i dirigenti socialisti hanno deciso di convocare il congresso, sempre sabato mattina, a palazzo Lanza al corso gran Priorato di Malta. La vicenda potrebbe però avere ulteriori strascichi visto gli esponenti del Psi non escludono di intraprendere iniziative legali. I locali, come detto, sono di proprietà comunale e come tanti altri sono stati concesso in affitto non solo a cittadini ma anche a partiti politici, movimenti civici e associazioni. Gli inquilini dell'ex palazzo delle Poste avrebbero ricevuto lo sfratto in quando l'immobile è stato posto in vendita. "In tutto quello che si è verificato presso la sede del Psi – precisa il sindaco Carmine Antropoli – il comune e l'amministrazione non c'entrano nulla. Purtroppo molte proprietà comunali sono occupate abusivamente con inquilini morosi nei confronti dell'ente con grave danno per le casse comunali, per questo stiamo portando avanti azioni per ripristinare la legalità. Nel caso specifico, i locali dell'ex palazzo delle Poste sono in vendita". Resta ora da chiarire come mai nello stesso appartamento c'è la sede di un partito e la dimora di un cittadino e come mai si è potuta verificare una situazione del genere.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.