ICI e TARSU: il comunicato stampa dell'ex consigliere comunale Gaetano Iannotta

TASSEModalità applicative norme ICI e TARSU


Sulla questione TARSU e ICI,  mi sorge un dubbio: vuoi vedere che il Sindaco e il Consigliere Ricci non sapessero delle leggi e dei regolamenti che regolano la materia in merito alle richieste della IAP su ICI e TARSU?

Mi sono deciso di venirgli in aiuto:


L’ICI sull’abitazione principale per gli anni 2008/2009/2010/2011 è stata annullata con Decr.Legge27 maggio 2008 n.93 ad esclusione di abitazioni di lusso A1,A8,A9.

TARSU sui garage privati non è dovuta ed è enunciato con l’art.62 comma 2 del D.Lgs n.507/93 : non sono soggetti alla tassa i locali e le aree che non possono produrre rifiuti.


Già in base a tale art, la IAP doveva esimersi da accertamenti e/o tentati vidi riscossione. Operato assurdo!!!! Colpe del Sindaco in quanto il Regolamento del 21.09.2009 è stato formalizzato in base al D.lgs 507/93. Documento reso pubblico (?) con la sola pubblicazione all’Albo Pretorio informatico.

La circolare 95/E del Min delle Finanze-Dip. Entrate FiscalitàLocale del Giugno 1994, specifica che il comma 2 menziona esplicitamente i casi di esonero o l’elusione dalla tassa… (es. locali non presidiati o con presenza sporadica dell’uomo).


Il garage privato rispecchia tale condizione di esclusione, ed è dimostrato con le innumerevoli sentenze in merito in tutta Italia ( basta connettersi ad internet).

Estremi di alcune di esse: COMM.TRIB.REG. BASILICATA/ Sentenza 21 Nov 2011

COMM.TRIB.PROV PARMA sez. IX Sentenza n.113 dell 8 Luglio 98;

COMM.TRIB.REG. LAZIO Sez. XXXVII Sentenza n.61 del 19.04.2005;

COMM.TRIB.REG. SICILIA con le molteplici sentenze ha stabilito che la TARSU NON E’ DOVUTA per i garage ad uso privato perché quand’anche una persona vi si trattenga per tempi non brevi, non è plausibile ipotizzare che ne derivino rifiuti. Ricorsi proposti dal Codacons Sicilia (Avv. Floriana Pisani) sostenendo che la Circolare 22 Giugno 1994 n.95/E della Dir.Gen.Fiscalità locali ha chiarito “che devono considerarsi esclusi dalla TARSU i locali il cui uso è del tutto saltuario e la presenza dell’uomo è limitata ad occasioni ed a utilizzi marginali”.

I Giudici Tributari di Appello hanno aggiunto che “…… anche a volerlo l’uomo non avrebbe neppure il tempo di produrre rifiuti”.


IN TUTTA ITALIA la motivazione è comune nel rispetto dello spirito della Norma ed i successivi chiarimenti.

A Capua sembra di NO, perché  tutto è asservito alla necessità di far fronte alle precarie condizioni finanziarie a cui ci hanno condotto il Sindaco e la Sua Amministrazione negli ultimi sette anni.

Un altro dubbio mi viene: sembra che la transazione che riaffida il servizio alla IAP non sia stata firmata tanto tempo fa, forse ottobre 2012.  Allora come è possibile, già nel mese di novembre, questo diluvio di bollette, che richiedono tanta attività preparatoria,  certamente non possibile in poco tempo?

Vuoi vedere che ancora non era stata firmata la transazione, con conseguente riaffidamento del servizio, e la IAP già svolgeva attività con l’ente per poter mandare poi il più in fretta possibile le sue bollette? Lo poteva fare?



Gaetano Iannotta

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.