Errore
  • Delete failed: 'plg_aklazy.php.tmp'

Capua: riparte la raccolta differenziata?Cittadini invitati con un manifesto a ritirare i sacchetti

Piazza dei Giudici - Ambiente

contenitori raccolta differenziataDa quel che si legge sul manifesto affisso in tutta la città, siglato dalla Ecologia Falzarano srl e dal sindaco dottor Eduardo Centore, titolare della delega all'ambiente, presto dovrebbe ricominciare la raccolta differenziata, come previsto dal contratto di appalto con la ditta che la gestisce insieme ad altri servizi ecologici per il consorzio delle città di Grazzanise (capofila), Capua e Santa Maria La Fossa. Nel manifesto si invitano i cittadini a ritirare i sacchetti, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 12, presso l'Ecosportello di Corso Appio 48, e gli altri materiali previsti per le diverse tipologie di rifiuti da differenziare: kit trimestrale di sacchetti per la frazione organica; kit trimestrale di sacchetti per la frazione multi materiale; biopattumiera per la frazione organica; mastello per la raccolta della carta; mastello per la raccolta del vetro; contenitori carrellati per attività commerciali e condomini. Nel manifesto, il Comune di Capua e la ditta Ecologia Falzarano srl invitano i cittadini a telefonare al numero verde 800.684.813 per la raccolta dei rifiuti ingombranti e per chiedere chiarimenti sulle modalità della raccolta differenziata dei rifiuti.

 

Il punto interrogativo del titolo non è a caso, perché in passato abbiamo assistito a diversi annunci sull'effettuazione della raccolta differenziata, che poi purtroppo sono stati smentiti puntualmente dai fatti. Per essere precisi c'è stato un periodo, l'anno 2011, in cui per diversi mesi le percentuali di differenziata avevano persino raggiunto la quota del 50%. Dopo, però, c'è stato un continuo ed inesorabile declino e, invece di mantenere i livelli raggiunti o, meglio ancora, incrementarli, è iniziata una lunga fase di alti e bassi fino a raggiungere l'attuale condizione. Ricordiamo che la Ecologia Falzarano si è aggiudicata il servizio per sette anni ed ha iniziato l'attività l'1 febbraio del 2016. Finora, però, abbiamo riscontrato un servizio che non rispecchiava quanto previsto e sembra sia questa la ragione per cui il Comune avrebbe liquidato acconti inferiori alla quota di 243.243,75 euro mensili stabilita nel contratto. C'è da considerare, inoltre, che tanti cittadini non rispettano né gli orari né i giorni di consegna previsti dal calendario, sia per una questione di scarso senso civico che per sfiducia rispetto alle modalità con cui finora è stata effettuata la raccolta. Solo una parte minoritaria di cittadini ha continuato, nonostante tutto, a rispettare orari e giorni di consegna. 

 

 
 
Ultimamente la Ditta, in una lettera inviata alla Prefettura, al Comune e alle Rappresentanze sindacali, ha stigmatizzato che fin dall'inizio del servizio il Comune non avrebbe versato l'intera somma mensile prevista nel capitolato di appalto e vanterebbe oltre 600.000 euro di arretrati. Nella relazione istruttoria della determina N.943 del 25-08-2016, dell'apposito ufficio comunale, è scritto che "in data 19 agosto u.s. con nota protocollo 15052, si formalizzavano nei confronti del gestore del servizio una serie di contestazioni relative a diverse inadempienze contrattuali. In tale nota venivano ben rappresentate le notevoli carenze sia nell'espletamento del servizio integrato di igiene urbana, sia nella dotazione strumentale impegnata sul cantiere cittadino relativamente al mese di luglio 2016. Per quanto in premessa, nelle more ed in pendenza, della corretta definizione dell'ammontare della relativa penale da dover comminare a seguito delle diverse, palesi e ripetute, inadempienze contrattuali, da doversi eseguire in contraddittorio con la società Ecologia Falzarano srl, [...] si propone di voler procedere alla liquidazione in acconto della fattura n.254 del 31.07.2016 per un importo complessivo di 176.000 euro".
 
 
A fine agosto ed ai principi di settembre si è vissuta una fase molto delicata, in quanto la Ditta non aveva versato le spettanze del mese di luglio e della quattordicesima mensilità alla maggior parte dei dipendenti. Questo inizialmente ha determinato uno stato di agitazione e anche due intere giornate di sciopero degli stessi, causando cumuli di rifiuti in tutta la città. Poi il problema è rientrato allorché sono state pagate le spettanze ai lavoratori. Ora, alla luce di questo manifesto, la situazione è in evoluzione. Avremo finalmente una raccolta differenziata organizzata e funzionante? Avremo quanto prima un'isola ecologica funzionante, munita di un impianto di videosorveglianza e di tutto ciò che necessita per consentire di applicare degli sconti sulla Tari ai cittadini virtuosi? Avremo controlli serrati sui cittadini, in merito al rispetto degli orari e del calendario nel conferimento dei rifiuti differenziati, con l'applicazione delle sanzioni pecuniarie previste da apposita ordinanza sindacale per i trasgressori? I cittadini virtuosi potranno usufruire di sconti sulla Tari? Agli operatori ecologici saranno pagate puntualmente le spettanze mensili? Il Comune verserà l'intera quota prevista dal contratto? Il cantiere sarà trasferito in località Cupa Castagna in Sant'Angelo in Formis come previsto nel capitolato di appalto? E cosa ne sarà degli undici lavoratori attualmente non presenti nella pianta organica? Siamo convinti che col tempo avremo le risposte a tutti questi interrogativi. Ci auguriamo, per il bene di tutti, che per la maggior parte siano positive.
 
 manifesto ritiro sacchetti-380x500
Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.