Rifiuti, cantiere occupato: sciopero in vista. La Filas scrive al sindaco. Minoja chiede trasparenza

Piazza dei Giudici - Ambiente

cantiere rifiuti capuaCANTIERE PRESIDIOGiornata di alta tensione quella di oggi presso il cantiere dei rifiuti di Capua, ospitato presso l'isola ecologica dopo il sequestro per carenze varie, dell'area di "ponte Castagna" a Sant'Angelo in Formis.

I lavoratori della ditta appaltatrice del comune di Capua, hanno iniziato dalle prime ore dell'alba un presidio "permanente" per protestare contro il mancato pagamento dello stipendio. La Filas, il sindacato maggiormente rappresentativo dei lavoratori, ha fatto sapere "che l'azienda, attraverso una specifica richiesta, ha invitato il Comune a sostituirsi nel pagamento della spettanza mensile. Questo nonostante il pagamento delle fatture da parte del Comune verso l'azienda sia stato regolare. L'iniziativa dell'azienda non ha trovato favorevole accoglimento - come afferma Giovanni Guarino della Filas - tra gli operatori i quali sono determinati ad andare avanti nella protesta". La considerazione generale, infatti, è quella che nel caso in cui il comune dovesse decidere di adottare i poteri sostitutivi, i tempi per ottenere lo stipendio sarebbero comunque lunghi. La Filas, inoltre, denuncia come "sul cantiere di Capua opera personale estraneo al cantiere stesso, ipotizzando che, una volta maturati i requisiti di legge, questi operatori possano entrare di diritto a far parte del cantiere con conseguenti aumenti del costo del personale".  La Filas ha rivolto una richiesta di intervento al sindaco anche se, da quanto si è appreso, proprio in questi giorni, su iniziativa della polizia locale, si sarebbe svolta un'operazione finalizzata ad identificare le unità presenti sul cantiere. Su quest'ultimo aspetto sono ancora in corso le indagini. La tensione resta alta e il sindacato, presente anche con il dirigente Domenico Merolla, ha annunciato che le proteste proseguiranno fino a quando non ci sarà il pagamento dello stipendio. Si profila anche uno sciopero: il 17 febbraio, martedì grasso. E, a quanto pare, non è uno scherzo di Carnevale.

minoja antonioSul fronte politico registriamo alcune considerazioni del capogruppo NCD Antonio Minoja. "Non voglio entrare nel merito della vicenda che riguarda i rapporti tra gli operatori ecologici e l'azienda, ma appare evidente come il fallimento della gestione di questo settore sia lampante. Da qualche mese come responsabile del settore ambiente c'è un funzionario di grande professionalità, il comandante della polizia locale Carlo Ventriglia, che sin dall'atto del suo insediamento ha dimostrato grande attenzione alle problematiche del settore, sollevate dai gruppi di opposizione. Il recente sequestro dell'area adibita, trasformata in cantiere, ne è un esempio. Confidiamo che l'azione del funzionario possa continuare affinchè in questo settore ci sia la massima trasparenza per rispetto dei lavoratori e, soprattutto, dei cittadini che si ritrovano a pagare una tassa altissima a fronte di risultati scadenti" 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.