Capua No Gassificatore: importante passo in avanti, grazie al centrosinistra e ai movimenti

Piazza dei Giudici - Ambiente

gassificatoreIl giorno 16 ottobre 2014 si è svolta, presso la sede della Regione Campania, un'audizione della I Commissione Speciale sulle problematiche connesse alla realizzazione dell'impianto di gassificazione nel Comune di Capua. L'appuntamento, dovuto all'iniziativa del consigliere regionale On. Lucia Esposito (alla quale va il ringraziamento per la disponibilità, l'impegno e la competenza profuse da parte del gruppo costituito dai partiti di centrosinistra, associazioni, movimenti e cittadini), si pone, come sottolineato dalla Presidente della Commissione On. Giulia Abbate, in relazione di continuità con due precedenti audizioni, aventi ad oggetto lo stesso tema, tenutesi nel corso del 2013 su richiesta dello stesso gruppo, rappresentato, in questa occasione, come allora, da Claudio Raucci.

"Nel corso della seduta – afferma il gruppo in una nota - è stata ribadita la posizione dell'Assessorato all'Ambiente, già emersa nelle precedenti audizioni in cui furono accolte e condivise le motivazioni illustrate dal nostro rappresentante, posizione secondo la quale non esistono più i presupposti per programmare la costruzione di un gassificatore sul terreno individuato nel comune di Capua non solo a causa dell'eccessiva concentrazione di impianti in un'area che la stessa ARPAC ha definito "territorio martoriato" ma, anche e soprattutto, della non conformità di questo terreno rispetto a diversi criteri previsti nel Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti Urbani (PRGRU) tra i quali:

1. localizzazione in area non Asi

2. vincoli relativi alla qualità dell'aria.

L'assessorato ha inoltre ribadito che i nuovi dati sulla produzione di rifiuti e sulla raccolta differenziata, già comunicati all'autorità europea ed al Presidente Caldoro, hanno reso ineluttabile ed urgente una modifica del PRGRU con una drastica riduzione delle esigenze impiantistiche tale da rendere inutile se non dannosa la realizzazione di un impianto in provincia di Caserta. Alla luce di queste evidenze appare immotivata la pervicace ed inspiegabile intenzione, manifestata in più riprese dal Presidente Zinzi e dal Commissario Di Natale, di voler portare avanti ed anzi accelerare l'iter procedurale finalizzato alla realizzazione del gassificatore.La revoca del potere commissariale, si è concluso, garantirebbe non solo i tempi necessari alla ridefinizione ed alla approvazione del nuovo piano regionale con le nuove determinazioni in termini di esigenze impiantistiche ma anche il passaggio delle competenze dalla Provincia agli organi previsti dalla nuova legge. La presidente della commissione ha concluso la seduta invitando l'Assessorato ad attivarsi in linea con quanto concordato nel dibattimento. È oggi più che mai necessario non abbassare la guardia e continuare ad attivarsi, con la sinergia di tutti, in tutte le sedi, a partire dal consiglio comunale di Capua".

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.