Revoca atti del gassificatore a Capua, la proposta dell'opposizione in consiglio comunale

Piazza dei Giudici - Ambiente

minoja antoniogucchierato  antoniofrattasi pasqualedel basso carmelabuglione fabio caputo gaetano Sul gassificatore le opposizioni marciano unite e compatte e riescono ad ottenere un buon risultato. I sei consiglieri della minoranza, infatti, hanno chiesto ed ottenuto che il consiglio comunale discuta la loro proposta di ritirare tutti gli atti, prodotti dall'amministrazione comunale, relativi al progetto di realizzazione dell'impianto di gassificazione in località "Molinella". La conferenza dei capigruppo ha dato il via libera ed ora non resta che attendere gli adempimenti degli uffici preposti, per far sì che venga formalizzato l'atto da inserire nel prossimo consiglio comunale.
"Siamo finalmente giunti alla "resa dei conti" sulla questione gassificatore, dopo continua melina, fughe e dichiarazioni sibilline finalmente si farà chiarezza". Questo il commento ufficiale del Nuovo Centro Destra che ha diramato una nota in merito. "Abbiamo presentato e sottoscritto – affermano Carmela Del Basso e Antonio Minoja - unitamente ai consiglieri Gucchierato e Frattasi la proposta di revoca di tutti gli atti predisposti e della disponibilità del Comune di Capua ad ospitare il famoso "mostro" ecologico chiamato gassificatore. Proposta sulla quale registriamo la condivisione e sottoscrizione anche dei consiglieri Buglione e Caputo. Dopo aver ottenuto la convocazione del consiglio comunale aperto durante il quale si ebbe modo di ascoltare i cittadini pro e contro questo impianto, offrendo, seppur con grande tensione, un momento di discussione e di democrazia, cosa che questa amministrazione ha da sempre evitato, ora sarà l'assise ad affrontare concretamente la problematica. Strumentalizzazioni politiche e dichiarazioni di facciata saranno smascherate e ogni consigliere avrà modo di dichiarare la propria posizione con trasparenza verso i propri elettori e verso tutti i cittadini capuani". Con molta probabilità nel prossimo consiglio si discuterà anche di altri progetti come la riqualificazione dell'ex campo profughi.
"Abbiamo appreso dalla stampa – prosegue la nota del NCD – che il sindaco ha annunciato la convocazione del consiglio comunale (ad oggi nessun consigliere ha ricevuto comunicazione ufficiale) dove si adotterà il non meglio precisato progetto di una nuova città, pensando di distogliere l'attenzione sulla proposta presentata dall'opposizione, ormai sempre più numerosa e compatta, che chiede l'annullamento degli atti pro-gassificatore". Evidentemente il dissesto di oltre 25 milioni, la bocciatura del piano regolatore, le continue distrazioni di fondi vincolati, una differenziata inesistente ed onerosa, la svendita del patrimonio, di servizi inesistenti ma pagati dai cittadini, lavori bloccati e disagi annunciati, i fallimenti delle partecipate, le scuole fatiscenti, gli impianti sportivi inadeguati ecc. ecc., non bastano per decretare il fallimento politico amministrativo di questa maggioranza, convinta che i Capuani siano ancora così sprovveduti ed affascinati da promesse e chiacchiere elettorali".

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.