Il PD compatto contro il gassificatore. Di Monaco: "Lavoriamo per impedire la sua costruzione"

Piazza dei Giudici - Ambiente

di monaco luigigassificatoreLe recenti sortite del presidente della provincia di Caserta Domenico Zinzi sul gassificatore hanno riacceso i riflettori sul progetto, avallato dall'amministrazione comunale di Capua, di realizzare l'impianto al confine con il comune di Vitulazio. Il Partito Democratico, attraverso esponenti a vari livelli istituzionali, ribadisce la propria contrarietà all'impianto

"Siamo estremamente preoccupati - afferma il segretario cittadino del PD Luigi Di Monaco - per l'accelerata che Zinzi, in accordo con il Sindaco, sta dando alla realizzazione di un impianto inutile. Unitamente a gruppi ed associazioni spontanee, ci siamo sempre dichiarati contrari per le numerose incongruenze tecniche, amministrative e di sostenibilità ambientale. Stiamo lavorando per impedire, nell'interesse della nostra città e dell'intera provincia, in sintonia con i massimi rappresentanti istituzionali del PD, che si dia avvio alla costruzione del gassificatore".

Sull'argomento si registra anche la presa di posizione dell'eurodeputata deputata PD Pina Picierno.  "Sono molto sorpresa del fatto che in questa "corsa" alla realizzazione di un ecomostro sperimentale, a pochi metri dal centro abitato, nessuno si sia preoccupato di leggere con attenzione gli atti relativi alla proprietà del terreno. Come dimostrato in uno studio ambientale, allegato all'esposto che ho depositato in Procura, il terreno sul quale dovrebbe sorgere il gassificatore è un terreno agricolo, trasformato solo grazie ad una delibera ad hoc in un terreno a destinazione produttiva, che non ha le caratteristiche richieste dalla normativa europea per la realizzazione dell'impianto. Appare quindi inopportuno realizzare un impianto sperimentale, che tra pochi anni sarà senza combustibile, a poche centinaia di metri dal centro abitato e con effetti dannosi sulla salute".

"Non si comprende - aggiunge la consigliere regionale Lucia Esposito - l'ostinazione del Presidente della Provincia che giunge fino ad invitare il proprio dirigente a ritirare la documentazione della procedura di gara del gassificatore presso il Provveditorato alle opere pubbliche, al fine di velocizzarne la realizzazione. Si tratta di un'opera inutile rispetto alla corretta gestione del trattamento dei rifiuti del nostro territorio, oltre che dannosa, innanzitutto, per l'errata localizzazione. E' bene chiarire che in questo caso non si sta conducendo una battaglia di mero campanilismo, né di contrarietà preconcetta alla realizzazione degli impianti, ma come è emerso anche dal lavoro già svolto nella commissione trasparenza della Regione Campania, presieduta dall'attuale eurodeputato Nicola Caputo, va preso atto dell' inutilità di realizzare l'impianto in quel sito considerata la riduzione delle quantità complessive di rifiuti da trattare e smaltire."


Giuseppe Stellato, capogruppo PD alla Provincia di Caserta ha evidenziato come, alla luce delle nuove normative, dovranno essere i sindaci a decidere in materia di impiantistica  "Il compito della  Provincia - afferma -  nelle more, deve limitarsi all'ordinaria gestione del ciclo: è incomprensibile la volontà dell'Amministrazione provinciale di realizzare un impianto di tale portata per il quale, entro pochi mesi, non avrà più la titolarità della gestione".

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.